Marco Baruffolo “is on fire”

Baruffolo

Che prestazione per Marco .

In queste ore si sta correndo l’annuale Dirt Nitro Challenge, forse la gara più famosa e importante al mondo per il settore buggy 1/8 nitro. Una gara che per molti vale più di un mondiale, che tutti preparano al meglio.
Quest’anno la truppa italiana vede Marco Baruffolo () e Alex ( – OS – Proline) tra le stelle del firmamento di settore e ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, i due fortissimi piloti italiani hanno dimostrato che ormai l’Italia è tra le nazioni più forti al mondo.
Marco, con la sua nuova Xray ha fatto qualcosa di fenomenale andando a conquistare un 4° e un 2° posto assoluto nelle qualifiche 1/8 buggy nitro che gli sono valsi il 3° posto assoluto al termine della qualifiche.

Alex ha ottenuto un ottimo 9° tempo nella seconda qualifiche che purtroppo non è riuscito a bissare e ha concluso in 21° posizione finale in qualifica, che è comunque un risultato assolutamente eccezionale tenendo conto dei distacchi in termini cronometrici dai primi classificati.

Al termine delle qualifiche è il canadese Ty Tessmann (Xray – OS) a conquistare la TQ davanti ad un sorprendente Joao Figueiredo, a Marco Baruffolo e David Ronnefalk.

Per la cronaca, 4 piloti NON statunitensi ai primi 4 posti, e subito tra i “cowboy” scatta la polemica giroscopio. Morale della favola: tutti sanno vincere, non tutti sanno perdere….