IFMAR e Giroscopio

L’IFMAR nella persona di Dallas Mathiesen ha rilasciato un comunicato ufficiale riguardo il divieto assoluto di utilizzo del giroscopio nelle gare EFRA e IFMAR:

[quote_box_center]EFRA has NOT and will NOT declared Gyro as legal!!!! Neither could it be found anywhere in the IFMAR rules that it is allowed to use a Gyro as a driver aid in a Radio Controlled car.[/quote_box_center]

Chiarimento necessario ma non troppo visto che le regole IFMAR ed EFRA sono abbastanza chiare. A parte questo, viene sottolineato anche l’eventuale pena per i trasgressori:

[quote_box_center]Penalties: Drivers found using any of the above forbidden items will be subject for a penalty and jeopardise to be banned from all EFRA and IFMAR events for a period of 5 – 10 year.[/quote_box_center]

La cosa molto interessante visto che esce dalla bocca (tastiera) della figura che ricopre la carica più alta nella gerarchia direzionale mondiale del settore è questa frase:

[quote_box_center]My very personal view is that anyone who not can control hers/his car without a Gyro installed should seriously consider to convert and start with Slot Racing.[/quote_box_center]


 

[pull_quote_left]should seriously consider to convert and start with Slot Racing.[/pull_quote_left]In pratica una bella presa in giro per alcuni/molti modellisti che hanno deciso di provare o utilizzare tale apparecchio, per propria curiosità o divertimento e che si sentono dire da un personaggio il cui nome non ricordo, ma magari mi sbaglio, di aver letto in nessuna Hall of Fame dell’R/C, che, in pratica non dovrebbero giocare con le “macchinine”.

Tralasciando questo particolare, una presa in giro che si aggiunge ad una gestione molto controversa e con molti lati oscuri della federazione internazionale, mi permetto di fare alcune considerazioni personali.

Attualmente sappiamo che molti, in tempi passati, si sono studiati e hanno applicato diversi modi di occultare l’elettronica del Gyro. Servo low profile con cassa normale e elettronica annegata all’interno, stesso discorso per le scatole riceventi e cosi via.
Partendo dal presupposto che non è così semplice individuare un dispositivo che si può camuffare molto bene, mi sembra che si penalizzino gli onesti o quelli che non sanno come applicare questi trucchi e che quindi potrebbero trovarsi a gareggiare con persone che dichiarano di non aver nessun giroscopio ma che invece lo hanno adottato ugualmente.

Ma tralasciando anche questo particolare, quello che non capisco molto bene è questo. Oggi tutti noi possediamo radiocomandi che hanno diverse funzioni “passive” di aiuto alla guida. Curve esponenziali, curve di velocità, movimenti ad impulsi per un effetto ABS o TC e molte altre. Insomma, quello che fa il servocomando sul modello non sempre è quello che fa il nostro pollice o indice sul radiocomando.
Quindi è ovvio che aiuti elettronici alla guida ne abbiamo parecchi già a  disposizione.

Perchè fermare l’evoluzione tecnologica? 20 anni fa i radiocomandi avevano si e no le regolazioni del fine corsa e basta. L’evoluzione tecnologica non deve essere uno spauracchio, è la naturale evoluzione delle cose. Di sicuro l’evoluzione tecnologica non deve essere una penalizzazione per chi non ne può avere accesso o far uso in modo nascosto.

Ma questo ancora una volta l’IFMAR sembra non averlo capito. Almeno per il momento, sono sicuro che quando tutti i produttori di radiocomandi inizieranno a produrre sistemi integrati diventando tecnicamente fuorilegge, l’IFMAR cambierà idea… e il perchè ve lo lascio intuire.

Scarica il comunicato ufficiale: Download

linus
linushttps://www.modellismorc.net
Modellista e webmaster di ModellismoRC.net dalla notte dei tempi
Previous article
Next article

Ultimi articoli

Latest news