Ongaro, Flamini e Camamo sugli scudi!

Ongaro

Davide ha completato un weekend di gara perfetto, vincendo in stile la prima prova di Campionato Italiano Buggy Expert sulla pista “Gli Archi” di Corigliano Calabro (CS). Il portacolori Associated/LRP è risultato intoccabile nell’arco dei 45 minuti della finale expert. Partito dalla pole, Davide è rimasto saldamente al comando senza mai dare il minimo segnale di cedimento, commettendo una sola sbavatura durante tutta la gara e aprendo giro dopo giro un gap incolmabile anche per , che chiude secondo una gara in solitaria in cui si è dovuto piegare solo al friulano. Dietro i due giovanissimi ha chiuso, al termine di una battaglia durata 40 minuti con Alex , Alessandro Stocco, mentre Riccardo Rabitti è riuscito a portare la nuova Z9 in zona top5.

Ongaro, Flamini e Camamo sugli scudi!

Davide si è detto molto contento, felice di come il suo pacchetto macchina/motore/gomme ha lavorato durante il weekend: “la macchina non è mai calata durante tutta la finale, il motore ci ha concesso di tenere una strategia con pieni ogni 7’30’’ e le gomme (citybeam soft) sono ancora nuove”. Ammettendo di aver creduto di dover battagliare più a lungo con Ricky Berton, “Ongarino” è apparso sereno e soddisfatto, ma come nel suo stile con lo sguardo già rivolto al Neo dove si riunirà con la parte internazionale del suo team e avrà modo di imparare e ben figurare.

Ongaro, Flamini e Camamo sugli scudi!

Un politicamente corretto Berton ha riassunto la sua gara con un “andata bene, dai” poco convincente ed era visibilmente deluso di non aver potuto dare battaglia alla Asso di Ongaro. Mentre la sua MP9 TKI4 era “molto a posto”, i problemi sono arrivati a causa di una carburazione troppo grassa: a seguito della rottura della vite in testa all’albero del motore con cui aveva corso qualifiche e finali, un cambio di motore prima del via lo ha costretto ad un avvio in sordina che gli ha impedito di metter pressione a Davide, cui Riccardo ha tenuto a fare i complimenti.

Ongaro, Flamini e Camamo sugli scudi!

Stocco ha ammesso: “sono davvero felice, non mi posso lamentare”. Avendo perso il treno in avvio, ha detto di non avere il passo necessario a riprendere i leader della corsa, ma si è rifatto divertendosi molto durante il duello con Zanchettin. Fedele alle Amazzonia nel compound soft, con una strategia di pieni a 7’ ha approfittato del lieve calo finale delle prestazioni di Zanchettin per effettuare il sorpasso che gli è valso il terzo gradino del podio.

LiveReportBuggy-Radiosistemi
LiveReportBuggy-7075
LiveReportBuggy-Fioroni
LiveReportBuggy-HotRace
LiveReportBuggy – Planet
DKT-liveGT
LiveReportBuggy-Schepis

Ongaro, Flamini e Camamo sugli scudi!

Quarto alla prima prova di Campionato Italiano con il nuovo pacchetto, Zanchettin torna a casa soddisfatto ma consapevole che la transizione dal vecchio al nuovo modello richiederà un po’ di rodaggio. Complimentandosi con Ongaro per la grande prova, ha concluso: “Siamo arrivati ad essere a posto troppo tardi, e non c’è stato tempo per affinare il modelli di quel 10% mancante, né per me di prendere il ritmo e la fiducia necessaria per lottare coi primi due.

Ongaro, Flamini e Camamo sugli scudi!

Nella categoria F1 è stato il marchigiano Niko Flamini a portare a casa la prima prova di campionato corsa con la sua nuova HB D817, seguito da un Ravaglia rimasto ad ottimi livelli per tutto il weekend e da Mattioli. Monopoli, anche lui al suo esordio in HB Racing, raccoglie un ottimo quarto posto davanti a un Poletti leggermente sottotono che riesce comunque a portare a casa un punteggio da top5.

LiveReportBuggy – EffeErre
LiveReportBuggy – MD

Ongaro, Flamini e Camamo sugli scudi!

Al termine di una bella lotta con Margiotta, la F2 è andata al mattatore dell’intero weekend Giovanni Camamo: apparso in controllo sin dal venerdì, dopo qualche scambio di posizioni è riuscito a riprendere il comando della finale di 30’ di durata fino a concludere con mezzo giro di vantaggio proprio su Donato, con l’arrembante Dario Gabrielli che è riuscito in una grandissima rimonta e ha conquistato il terzo gradino del podio!

Ongaro, Flamini e Camamo sugli scudi!

Ongaro, Flamini e Camamo sugli scudi!

Ongaro, Flamini e Camamo sugli scudi!