EXPERTS WORDS – Stefano Cantoni

Dall’inizio del 2015 A.M.S.C.I. ha reintrodotto la categoria EXPERT anche nell’offroad, andando ad inserirci i migliori piloti italiani. La stagione 2016 è alle porte e ModellismoRC.net vi presenta, una al giorno, durante la settimana, le EXPERT WORDS, le interviste ai piloti EXPERT Buggy che stanno per scendere in pista alla ricerca del titolo italiano 2016.

Stefano Cantoni

Per quei pochi che ancora non ti conoscono, vuoi raccontarci un po’ di te? Quando e come è scattata la scintilla per questo sport?

Ciao a tutti,sono Stefano Cantoni sono nato e vivo a Cesena e ad oggi ho 29 anni.
Mi sono avvicinato al mondo dell RC in età già “avanzata”(14 anni), rispetto ai miei rivali di oggi che a questa età sono ed erano già degli esperti in settore.
Tutto è cominciato per gioco insieme ad un mio amico dopo aver visto una pista on-road vicino ad un campo di calcio a Villachiaviche di Cesena. Il Natale era vicino ed il regalo è stato scontato..macchina telecomandata!! L’ estate seguente ho fatto le mie prime gare di club in quella pista ed entro la fine dell’anno ho abbandonato il calcio!!

Ti ricordi quando hai deciso di presentarti per la prima volta in una gara per confrontarti con altri piloti? Com’è andata?

La mia prima gara l’ho affrontata in quella pista con la mia Tamiya TL-01.
Affrontai la categoria Stock 27 spire per tutto il campionato ma sinceramente non ricordo i risultati finali ma nonostante fosse una categoria Stock i rivali erano ben agguerriti. Mi feci comunque le mie esperienze. Correva l’ anno 2000.

IMG_9102

Raccontaci un po’ dei tuoi inizi, quanto ci è voluto prima di capire di poter arrivare in alto?

Ovviamente partito dalla categoria stock 27 spire mi son presto accorto che quel modello era troppo “Beginner” anche per competere a livelli di club così mio Babbo mi comprò una HPI Pro race 2 usata da un negozio in zona e qualche mese dopo Associated TC3. Da li grazie ad un assidua presenza in pista tutti i week end le cose cambiarono
Iniziai ad andare sempre meglio ed un giorno in pista a Cesena, Edy Rossi (allora pilota Team Losi) mi chiese se volevo provare la sua macchina una Team Losi XXX-S. Fu amore a prima vista ed affrontai la mia prima gara Amsci a Santeramo in Colle (Bari) nella stock 17 spire. TQ e vittoria alla prima, da qui incomincia tutto. Anno 2003.

Per poter praticare questo sport serve un “meccanico” di fiducia. Chi ti affianca ai box?

Il mio Meccanico e primo sponsor di sempre: Mio babbo Massimo. Solamente a lui, grazie alla sua generosità agli inizi e alla sua voglia di venire sempre in pista con me, devo tutto quello che poi è nato. Tutt’ora a scanso di importanti impegni di lavoro è sempre lui che mi accompagna alle gare oltre al mio attuale sponsor e meccanico Mario Bonanomi.

Stefano Cantoni

Negli ultimi anni il nostro sport è leggermente cambiato, soprattutto piste e modelli sono diventati molto più veloci. Molti si dedicano ad altre categorie, EP Buggy soprattutto, per mantenersi sempre in allenamento. Tu con quali altre scale e categorie ti rapporti e spiegaci quali sono i benefici che trovi nel praticarle.

Negli ultimi due anni il mio tempo da dedicare al modellismo è un po diminuito e non posso dedicarmi ad altre categorie per cui ad oggi mi alleno solo con modelli in scala ⅛ off.

Il sogno di tutti i modellisti è quello di diventare piloti sponsorizzati (a volte non sapendo che esserlo non vuol dire solo avere materiale gratis ma anche grandi responsabilità). Ti ricordi quel è stato il tuo primo sponsor e ci puoi dire quali sono state le sensazioni provate al momento dell’accordo?

La mia prima sponsorizzazione arrivò nel 2004 da Rc-Mart, allora distributore del marchio Team Losi. Avevo degli sconti ma pagavo comunque tutto il materiale che usavo.
La mia prima Sponsorizzazione “seria” arriva ad inizio 2011 quando firmo con Team Kyosho Italia-Europe.
Le sensazioni non sono facili da descrivere ma di sicuro le pressioni aumentano a dismisura e la voglia di dimostrare anche..a volte questo può essere contro-producente.

Parliamo della tua stagione appena passata. Dai un voto a te e ai risultati ottenuti.

Il mio voto non puo che essere piu alto di un 5. Non sono felice di non essere arrivato nei primi 10 del campionato Italiano e l’europeo é stato un disastro.

La migliore gara è stato l’Italian Job ad inizio anno dove fino a metà finale siamo stati vicinissimi al gruppo capitanato da Ronnefalk, Zanchettin, Hara, Berton e Savoya..andavamo veramente forte e ce la siamo giocata.

A Montpellier abbiamo raggiunto i quarti poi è caduto il diluvio universale dal cielo e non siamo riusciti a salire in semi.

Stefano Cantoni
La nuova stagione invece è alle porte. Ci puoi dire a quali manifestazioni parteciperai nel 2016?

Di sicuro all’Italian Job race, poi italiano, Europeo e spero Neorace.

Entriamo un po’ più nello specifico. Ci spieghi come prepari il tuo modello e il materiale prima di partire per una gara importante? Lo prepari tu o il tuo meccanico?

Il mio meccanico(Massimo) prepara sempre tutto,io lo aiuto quando riesco quache volta ma è grazie a lui se posso continuare a praticare questo sport.

Oltre al setup del modello, particolare che si trova spesso in rete, puoi dare qualche indicazione su come prepari il tuo motore? (Candela, venturi, frizione, ecc.. )

Da quando uso i motori Bullit la preparazione del motore è molto più semplice.
Candela sempre P3,Venturi 6,5, Frizione JVD 4 ceppi. Mi limito a lubrificare il motore dopo ogni giornata in pista o gara e questo è sufficiente.

Ci puoi descrivere un po’ la tua officina? Quanto tempo tu o il tuo meccanico passate tra le mura che ogni modellista custodisce gelosamente?

La mia officina è una stanza intera dove ho diverse messole per i trofei accumulati e macchine usate nel mio passato,ed una ex scrivania dove ci sono tutte le attrezzature necessarie. Sicuramente mio babbo piu di me che ormai ci passo poco tempo, lui almeno un’oretta tutte le sere a meno che non ci sia un evento importante da preparare.

Stefano Cantoni

L’allenamento è altrettanto importante per arrivare in gara preparati. Ci spieghi come organizzi le tue sessioni di prove ed allenamento?

Prima di iniziare ogni allenamento è necessario decidere cosa si vuole provare.
Per esempio se si devono fare prove di set-up importantissimo è fare una modifica per volta cosi da capire i punti positivi e negativi di ogni modifica e scriverseli per sapere cosa succede alla macchina per ogni determinata modifica.

Puoi dare a chi ci legge qualche consiglio su come sfruttare le giornate in pista per allenarsi in modo ottimale?

Girate girate girate..non c’è migliore allenamento!!

Ora qualche domanda più personale: Quando hai iniziato a correre chi erano i piloti ai quali ti ispiravi o per i quali tifavi alle gare?

Chiaramente all’inizio i ragazzi che vedevo in pista a Cesena e che mi sembravano alieni..quando ho iniziato a seguire il modellismo più da vicino,un nome solo: Masami Hirosaka. Era il migliore a quei tempi e sarà ,credo,per sempre piu grande leggenda nel mondo dell’elettrico.

Parlando di te, puoi dirci quali sono secondo te i tuoi punti di forza e dove invece credi di poter ancora migliorare quando sei in gara?

Essendomi fatto le ossa nell elettrico per anni ed anni la mia pecca resta la fase lunga..spesso scollego la testa per qualche minuto per mancanza di concentrazione durante le semi o le finali e spesso si son rivelati minuti fatali per la gara.

In Italia sta emergendo una nuova generazione di piloti velocissimi. Come ti rapporti con loro?

In pista malissimo..van troppo forte ed ultimamente mi stanno quasi sempre facendo le scarpe..ed arrabbiare a volte perchè fanno passaggi a delle velocità inimmaginabili fino a qualche anno fa, e spesso non capisco come sia possibile..ma lo è!!

Fuori dalla pista molto bene, son dei ragazzi e ragazzini molto simpatici ed il mio tempo durante i week end di gara lo passo quasi tutto con loro!!

Risposta secca 1: la tua più grande soddisfazione fino ad ora.

Probabilmente la vittoria dell italiano AMSCI 2wd off-road nel 2005,non tanto per la gara in se in quanto era gia il secondo titolo di campionato italiano,ma perche ad arrivare secondo fu Riky Rabitti considerato imbattibile in Italia nel 2wd fino a quel giorno..Invece ce la feci io e fu una grande soddisfazione!!

Nell Buggy ⅛ nitro probabilmente la prima stagione nel 2009 dove vinsi due semifinali di italiano F1 e restai al comando della prova di Campogalliano per una buna parte.
E’ stato bello perchè ancora nell ambiente nitro non mi conosceva nessuno e vidi molte facce un po sbigottite e perplesse come a dire: Chi è questo qua???
Poi la finale al Dirt Nitro challenge di Padova a fine 2011(8° finale)

Risposta secca 2: la delusione più cocente.

La squalifica dopo la finale di Canicattì perché il mio meccanico non consegnò subito la macchina alle verifiche per pura sbadataggine. Avevo concluso 4° dopo un ora di finale e battagliato fino all’ultimo giro per il podio contro il “Vinone” Boero. Fu una grande amarezza..e una delle poche volte in cui l’Amsci applicò alla lettera il regolamento.
Ma purtroppo era un po’ come in politica forse,questione di nomi e di marchi…
Non mi è mai andata giù!!

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2016?

Beh di sicuro fare meglio rispetto alla stagione precedente all Camp.Italiano e riuscire a fare piu gare possibile.

Chiudiamo con i materiali che userai per il 2016. Quali sono i tuoi sponsor che ti accompagneranno nella prossima stagione?

Continuerò per il quinto anno consecutivo la mia collaborazione con Mario Bonanomi e la BBF models i miei sponsor saranno: AGAMA, BBF, BULLITT, BETA, BYRON FUELS, JVD, NEMORACING e MPE STICKERS

Stefano Cantoni

21 – Grazie della tua disponibilità. In bocca al lupo!

Crepi!!!Ed in bocca al lupo per il sito..Ciao a tuttiiii!!!!!

DOMANI ONLINE L’INTERVISTA A LEONARDO VALENTE

Neobuggy.net

linus
linushttps://www.modellismorc.net
Modellista e webmaster di ModellismoRC.net dalla notte dei tempi

Ultimi articoli

Latest news