Il ritorno di Ongaro: è Pole!

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Dopo due manche leggermente appannate, Davide Ongaro è tornato in grande stile nel quarto round di qualificazioni alla prima prova di Campionato Italiano a Corigliano Calabro, vincendo la manche e andandosi a prendere di prepotenza una pole pesante all’esordio italiano in Associated e soprattutto al debutto della nuovissima RC8B3.1. Un round davvero combattuto, con Berton e Ongaro a giocarsi la pole sul filo del secondo fino al penultimo giro, quando la Kyosho di Riccardo ha mostrato il telaio al cielo nel tornante precedente il trasponder permettendo a Davide di amministrare nell’ultimo giro e conquistare gioco e set.

Felice e sereno, Davide si è detto contento di aver aperto la sua avventura italiana in Asso con una pole. Partito benissimo al mattino con pista umida, nella seconda manche ha commesso un errore nella selezione delle gomme tenendo un set di GridIron montate sul modello. Nel terzo tentativo è tornato a usare la stessa combinazione CityBeam che gli aveva trasmesso ottime sensazioni nelle libere ma un errore gli ha impedito di ottenere un buon risultato, risultato che è arrivato con una manche perfetta nell’ultima uscita.

[pro_ad_display_adzone id=”11566″]

Riccardo Berton ha definito il suo modello come “a posto”, ammettendo di aver commesso lui l’errore fatale in Q4 che ha messo fine alle sue speranze di Pole Position. Dopo aver scelto personalmente delle BowTie X2 nonostante i dubbi sollevati dal padre meccanico, il passo successivo è stato scegliere un olio leggermente più duro per i suoi ammortizzatori. Per le prove di domani conta di provare una mescola più morbida e lasciare tutto il resto invariato.

Stocco si è detto “felice di aver potuto lottare in tutte le manches”, i suoi risultati a confermare l’affermazione: nei quattro round ha concluso sempre nelle prime 4 posizioni. Se la sua competitività lo ha reso felice, Alessandro non ha nascosto un filo di delusione per non essere riuscito a bissare il risultato della seconda manche. Con il suo modello equipaggiato da un set di Amazzonia soft per l’intera giornata, pensa di provare una Bangkok in mescola più dura per le libere dedicate ai semifinalisti. Contento del suo motore, ha detto che il tentativo di addolcirne l’erogazione ai bassi regimi con l’utilizzo della marmitta 2135 ha dato i suoi frutti.

[pro_ad_display_adzone id=”11594″]

Nella Categoria F1 Trevisan è tornato a comandare, vincendo anche l’ultimo round con la sua Agama davanti a Cristaldi, ottimo secondo, Ravaglia e Castoldi. Nella classifica generale dietro al poleman troviamo proprio Alessandro, seguito dai due Marco, Mattioli e Ravaglia, mentre Cristaldi chiude la top5.

In F2 Camamo cede gli onori della quarta manche a Bosi ma chiude comunque secondo una giornata pressochè perfetta. Dietro di lui nella classifica generale troviamo Berrettini, Gabrielli e proprio Bosi.

linus
linushttps://www.modellismorc.net
Modellista e webmaster di ModellismoRC.net dalla notte dei tempi

MRC STORE

In offerta!
In offerta!

Occhiali MRC RACE

25,00 

Ultimi articoli

Latest news